GLOSSARIO

Gioielleria

Gioielleria

All | A B C D F G H I J K L M O P Q R S T U V W Z
There are currently 150 names in this directory
Acquamarina
Secondo la leggenda, gli acquamarina provengono dai forzieri delle sirene. Il nome della pietra deriva dal latino e significa "acqua del mare". Si guadagna questo nome con la sua vivace, tonalità lucida, che va dal blu pallido al blu intenso e blu-verde blu. La tonalità più avidamente ricercata è il blu profondo. Un acquamarina di questo colore è anche conosciuto come un "Santa Maria". L'acquamarina appartiene al gruppo di berillo. Brasile e Madagascar sono le fonti più importanti.

Akoya Pearl
Questo è il classico nel mondo delle perle. La perla Akoya è stato il primo tipo di perla che potrebbe essere coltivata con successo. La coltivazione è iniziata all'inizio del XX secolo. Al giorno d'oggi la maggior parte di queste perle provengono dal Giappone. Cina e Vietnam sono fonti secondarie. L'ostrica perla Akoya (Pinctada martensii) viene utilizzata per coltivare la perla Akoya. Le perle Akoya coltivate hanno generalmente un diametro compreso tra 2 e 9 mm. Sono particolarmente attraenti grazie alla loro intensa lucentezza e al loro ampio spettro di tonalità pallide, che vanno dal bianco al rosato alla crema e al grigio argento.

Ametista
Quando il dio greco Dioniso divenne fin troppo insistente nel cercare una ninfa di nome Ametista, la ragazza fu trasformata in una gemma scintillante dalla dea della castità. Questa è la storia che Aristotele racconta per spiegare l'origine dell'ametista e la sua presunta capacità di proteggere chi lo indossa dall'ubriachezza. Questo attributo protettivo è anche l'origine del nome della pietra: la parola greca "améthystos" significa "non ubriaco". L'ametista appartiene al gruppo al quarzo e ha una ricca tonalità dal viola al rosso-viola pallido. Il trattamento termico cambia colore (vedi citrina). Le fonti più importanti di ametisti sono nel sud del Brasile, Uruguay e Madagascar.

Argento
L'argento è un metallo bianco, lucido, facilmente malleabile e duttile. Ha una serie di caratteristiche superlative: ad esempio, è il più altamente riflettente di tutti i metalli e il miglior conduttore di calore ed elettricità. Grazie a questi attributi, l'argento non è solo ambito per l'uso in gioielleria, ma è anche frequentemente utilizzato in apparati chimici, così come in applicazioni mediche ed elettro-tecniche. Il simbolo chimico per l'argento è "Ag". Questa abbreviazione deriva dal nome latino dell'argento, "argentum". L'argento puro è troppo morbido per la maggior parte delle applicazioni, quindi di solito è legato ad altri metalli. La frase "argento sterlina" descrive una lega in cui 925 parti di argento puro sono contenute all'interno di ogni 1.000 parti della lega.

Baguette
Il taglio baguette è un tipo speciale di taglio di pietre preziose. La sua forma è una stretta rettangolare con una tavola distinta e allungata attorno alla quale due file di sfaccettature allungate sono disposte a fasi. Questa forma è stata sviluppata nel 1925 e inizialmente utilizzata solo per i diamanti, poi utilizzata anche su altre pietre negli anni successivi. Il taglio baguette è particolarmente adatto per le pietre trasparenti.

Berillo
La parola "berile" viene utilizzata per descrivere un gruppo di minerali i cui membri possono verificarsi in una varietà di colori. Se un berillo è verde, si chiama smeraldo. Se è blu, è conosciuto come acquamarina. La famiglia comprende anche il berillo d'oro, che è di colore giallo, l'eliodor, che ha una tonalità giallo-verdastro, e la morganite, che è rosa. Altre varianti di colore sono conosciute come "nobile berillo". Durante il Medioevo, gli acquamarina venivano finemente lucidati e inseriti nelle finestre panoramiche dei reliquiari, dove servivano come lenti per ingrandire il contenuto del contenitore. Questa pratica ha portato all'uso del berillo come aiuto visivo nel XIV secolo. La parola tedesca per gli occhiali deriva dalla parola "berillo".

Bicolore
Bicolor è il termine usato per una combinazione di due tonalità d'oro. La combinazione di oro giallo e oro bianco, che crea bellissimi giochi di colore e accenti di design, è un bicolore particolarmente comune. Possono essere combinati anche altri toni, ad esempio oro rosso e oro bianco.

Brillante
Quando un diamante è tagliato con il taglio brillante, è indicato come un "brillante". Il taglio brillante è stato inventato nel 1910 come un ulteriore sviluppo del vecchio taglio. Il taglio brillante è considerato il taglio perfetto per i diamanti perché mostra in modo ottimale il loro fuoco intrinseco, luminosità e luminosità. Le proporzioni di un brillante sono definite con precisione. Visto di lato, un brillante sembra come due piramidi ottagonali poste una di fronte all'altra. Visto dall'alto, la pietra appare rotonda. Il lato superiore ha almeno 32 sfaccettature disposte ad angoli definiti con precisione intorno al tavolo. La parte inferiore ha almeno 24 sfaccettature. La parola "brillante" può essere utilizzata solo per diamanti rotondi a cui è stato dato il taglio brillante.

Brillantezza
La parola "brillantezza" deriva dal verbo francese "briller", che significa " splendere". La brillantezza descrive la luminosità di una gemma, cioè gli effetti complessivi della luce riflessa che emerge dalla superficie della pietra. La brillantezza dipende dal riflesso della luce incidente, che, a sua volta, dipende dall'indice di rifrazione della pietra e dalla consistenza della superficie della pietra, ma è indipendente dal colore della pietra. Più alta è la rifrazione, più forte è il bagliore. I diamanti sono tagliati con l'obiettivo di raggiungere lo stato ideale di riflessione completa e totale verso l'alto di tutta la luce incidente.

BY KIM
Kim-Eva Wempe aggiunge un accento unico e personale al business Wempe con la sua collezione di gioielli BY KIM, che combina l'esperienza e la competenza della casa di Wempe con gli elevati standard di sensibilità femminile per gioielli di alta qualità.

Cabochon
Il cabochon ha tagliato i numeri tra i cosiddetti "tagli lisci" in cui la superficie liscia della pietra non è suddivisa in sfaccettature. Conosciuto anche come il "mugel cut", il cabochon è il taglio più antico conosciuto per le gemme. Gli intenditori distinguono tra cabochon a forma di palla, che assomigliano a un emisfero incline nella vista laterale, e cabochon conici, che salgono ripidi fino a un punto arrotondato nella vista laterale.

Carati
La parola "carat" è anche talvolta scritta con una "K", ma è sempre abbreviata "ct". Il carato è stato utilizzato fin dall'antichità classica come unità di peso per pietre di gioielleria e perle. Carat, come unità di peso, non deve essere confuso con "carat" come un grado di purezza per le leghe d'oro. Entrambe le parole derivano sia dalla parola greca "keration" (il frutto dell'albero di carrube) o dal seme di kuara dell'albero di corallo africano. Un carato metrico pesa 0,2 grammi. Gli appassionati di gioielli sono particolarmente interessati al peso, cioè al numero di carati, dei diamanti. Un tipo leggendario di diamante è il "un carato": cioè un diamante di 6,5 mm di diametro e un peso esatto di 0,2 grammi. Un "mezzo carato" misura 5,2 mm di diametro. Un "due carati" ha un diametro di 8,2 mm.

Carré
Il taglio carré, noto anche come taglio quadrato, è una forma quadratica per le pietre preziose trasparenti. La sua tavola quadratica è solitamente circondata da un bordo terrazzato costituito da due file di sfaccettature.

Catena a maglia grumetta
La catena di collegamenti del cordolo si colloca accanto alla catena di cavi come una delle forme di catena più classiche. Una catena di collegamenti cordoli è fatta prendendo una catena con collegamenti che sono collegati in modo ordinario e poi torcendolo fino a quando i collegamenti diventano deformati. Ogni collegamento individuale sembra quindi che le sue metà superiori e inferiori siano state attorcigliate in direzioni opposte. Infine, la maggior parte delle catene di collegamenti del cordolo sono quindi sottoposte ad appiattimento in modo che i loro collegamenti acquisiscano i caratteristici angoli angolari.

Catena a palline
Una catena di scheè è costituita da numerosi elementi a forma di palla che sono stati infilati su un filo. Se le singole sfere sono fatte di metallo, di solito sono vuote. Palle solide di pietra, trafitto con un foro per accettare il filo di filo, può anche creare bellissimi effetti.

Catena del serpente
Come il rettile per il quale prende il nome, la catena di serpenti è elastica e flessibile. La sua superficie è quasi chiusa perché i collegamenti piatti hanno la forma di squame che sono strettamente connesse ma comunque del tutto flessibili. Le catene di serpenti sono particolarmente adatte per l'uso come catene che portano ciondoli.

Catena di cavi
La catena di cavi e la catena di collegamenti sono due delle forme di catena più classiche. Caratteristici della catena del cordolo sono i collegamenti ovali, che sono disposti alternativamente in orientamento orizzontale e verticale. La catena di cavi è uno dei tipi più forti di catene. Serve come forma di base per molte varianti: ad esempio, le superfici esterne dei singoli collegamenti possono essere appiattite (catena di cavi piatta) o leggermente arrotondate (catena di cavi arrotondati).

Catena intrecciata
La catena intrecciata deriva il suo nome dal suo aspetto caratteristico. Queste catene sembrano trecce di capelli meticolosamente pettinate. I loro singoli elementi si intrecciano alternativamente e molto da vicino, creando così un aspetto simmetrico.

Catena veneziana
La catena veneziana, conosciuta anche come la "catena di box veneziane" o "mignon chain", si è evoluta dalla catena di ancoraggio. Si compone di elementi quadratici che sono formati da strisce rettangolari di metallo. Come avviene anche in un'Erbskette, i collegamenti di una catena veneziana sono alternativamente collegati tra loro in orientamento orizzontale e verticale.

Certificato
Gioielli di diamanti (solitari a partire da 0,25 carati, pavé a partire da 0,50 carati) di Wempe Jewelers sono accompagnati da certificati, cioè documenti contenenti i più importanti oggetti di informazioni sui pezzi. I certificati di autenticità redatti individualmente che accompagnano ogni pezzo di gioielleria di diamanti di Wempe Jewelers certificano soprattutto la qualità delle pietre preziose, che sono classificate secondo criteri riconosciuti a livello internazionale (i cosiddetti "4 C.").

Chiarezza (purezza)
Il termine "chiarezza" (purezza) è uno dei quattro criteri di qualità ( le "4 C") secondo il quale viene valutato il valore di un diamante. I diamanti assolutamente perfetti, completamente privi di inclusioni, sono rare eccezioni. La purezza dei diamanti è giudicata molto rigorosamente e classificata secondo un sistema valutativo accettato a livello internazionale. Il grado più alto è "IF" ("internamente impeccabile", cioè completamente privo di inclusioni). Il termine tedesco equivalente "lupenrein" significa "puro sotto una lupe". Gli altri gradi sono i seguenti. Da VVS1 a VVS2 significa "molto piccolo incluso" e si riferisce a diamanti con piccole inclusioni invisibili all'occhio non assistito.

China Pearl
Molti anni fa, i coltivatori di perle cinesi hanno iniziato a coltivare perle coltivate in acqua dolce senza nucleo in ostriche che coltivavano negli affluenti e nei canale del sistema fluviale Yangtse. Le perle d'acqua dolce cinesi hanno una forma attraente, quasi sferica. I più grandi possono avere un diametro di 10 mm. Lo spettro dei colori spazia dal bianco, rosato e verde alle tonalità intense di rosso e lilla. Nel processo di coltivazione, un po 'di tessuto vivente che forma madre-perla viene innestato nel corpo dell'ostrica in modo che queste perle non abbiano nucleo e consistono interamente di nacre.

Chiusura a baionetta
La chiusura a baionetta è una chiusura sicura e innovativa per i minatori. Una chiusura, che spesso funge da centrotavola ornamentale, ha piccoli fori con cerniere su due dei suoi lati. Questi fori accettano pali che sono attaccati ad ogni estremità del collier. I pali vengono inseriti nei fori, quindi viene data una torsione per bloccarli in posizione. Questo principio permette di indossare la stessa chiusura con diversi collier, o di ornare un collier con uno qualsiasi dei diversi centritavola diversi.

Choker
Un "choker" è un collier che si aggrappa vicino al collo, quasi come se stesse soffocando chi lo indossa. Una catena corta e aderente fatta di maglie o di un collier che abbraccia il collo fatto di uno o più fili di perle può essere descritta come un "choker". Tutte le perle in un choker perla sono identiche in termini di dimensioni.

CIBJO
CIBJO è la confederazione professionale internazionale dell'industria della gioielleria. Fondata nel 1926, l'organizzazione è stata chiamata "Confédération Internationale de la Bijouterie, Joaillerie, Orfèvrerie, Perles et Pierres" dal 1961. Tutte le principali nazioni industriali sono membri. Tra i compiti più importanti del CIBJO è quello di designare nomi e descrizioni esatti per pietre preziose e perle. Queste designazioni ufficiali sono elencate nel cosiddetto "Libro Blu".

Citrina
La citrina è un membro del gruppo al quarzo. I sinonimi sono "gold topaz", "Madeira topaz" o "Spanish topaz", anche se queste citrine assomigliano solo superficialmente al topazio vero perché condividono un colore simile a quella gemma. Il nome "citrine" deriva dal colore giallo limone, anche se le citrine più avidamente ambite sono chiare, dal giallo luminoso al rosso-rosso. La citrina è una pietra dura, non-fissile, e relativamente resistente. Le fonti principali sono Brasile, Madagascar e Stati Uniti.

Collana collegata
La collana collegata è una catena classica e molto femminile. Si compone di elementi rotondi e voluminosi che sono alternativamente collegati orizzontalmente e verticalmente tra loro. L'aspetto di questo tipo di catena varia a seconda dello spessore e delle dimensioni dei suoi singoli collegamenti.

Collier de Chien
Un "collier de chien" è una collana aderente, larga o multi- strand. E 'stato il più popolare pezzo di gioielleria durante il 1920 e ha giocato un ruolo importante nelle mode della fine del XV e metà del XVIII secolo. Al giorno d'oggi la forma collier de chien è interpretata in molti modi diversi. Collier di questo tipo sono disponibili anche con perle, diamanti o pietre colorate. Il nome deriva dalla lingua francese e significa letteralmente "collare del cane".

Colore
Il termine tecnico "colore" è uno dei quattro criteri di qualità ( le "4 C") secondo il quale viene valutato il valore di un diamante. Le pietre sono giudicate in confronto con le squame dei colori. La maggior parte di queste bilance hanno 12 gradi di qualità. Il grado più alto è "molto fine bianco", che viene utilizzato per descrivere diamanti che sono assolutamente incolore. I diamanti di questa qualità sono identificati dalle lettere "D" ed "E" o dal termine "fiume". I diamanti "Fine bianco" sono identificati dalle lettere "F" e "G" o dalla frase "Top Wesselton". Le pietre bianche sono identificate dalla lettera "H" o dalla parola "Wesselton". La maggior parte dei diamanti sono delicatamente tinti di colore, spesso con un cast leggermente giallastro.

Colori tonica
Il valore di un diamante è determinato in base a criteri riconosciuti a livello internazionale (i cosiddetti "4 C"). Il criterio più importante è il colore, che viene definito secondo una scala di colori uniforme a livello internazionale. Questa scala è di solito suddivisa in 12 gradazioni. La parte superiore della scala è il bianco altamente fine conosciuto come "fiume". L'estremità più bassa della scala è riservata ai colori tonici, che hanno un tono giallastro più o meno intenso e che sono noti, ad esempio, come "Capo". Questo tono giallastro è prima prontamente visibile in pietre classificate "Top Cape" ed è ulteriormente suddiviso in vari gradi che sono assegnati lettere da "M" a "z".

Coltivazione delle perle
La coltivazione delle perle è stata inventata per la prima volta in Giappone all'inizio del XX secolo. Il metodo originale è ancora in uso oggi. Un nocciolo, tipicamente uno sferula che è stata trasformata al tornio da una conchiglia, viene impiantato in un'ostrica insieme a un tessuto di mollusco vivente che produce madreperla. I bivalvi vengono poi restituiti all'acqua e puliti a intervalli regolari. All'interno del guscio, il tessuto impiantato continua a produrre madre perla, coprendo gradualmente il kernel con strato dopo strato di madre perla. Sono necessari almeno 18 mesi di tempo per produrre una perla in questo modo. Le perle risultanti sono chiamate "perle coltivate".

Competenza
Un'esperienza è una valutazione scritta redatta da uno specialista e che indica il valore di un pezzo di gioielleria o certifica la qualità di una pietra preziosa. Il documento riassume gli elementi essenziali delle informazioni sul pezzo: ad esempio, specifica il peso (in carati) o la purezza (chiarezza) di un diamante. Su richiesta e a pagamento, Wempe Jewelers redilerà un'esperienza per i suoi gioielli. I gioielli di diamanti di Wempe Jewelers (solitari a partire da 0,25 carati; pavé a partire da 0,50 carati) sono accompagnati da un certificato al momento della sua vendita. Questo certificato riepiloga le informazioni più importanti sul pezzo.

Corallo
I coralli crescono nell'oceano a profondità di 300 metri o meno. Polipi morbidi molto lentamente costruiscono strutture ramificate escrendo una sostanza calcesche dai loro piedi simili a un disco. Il corallo è quindi l'impalcatura dei polipi, che vivono in piccole rientranze nei rami. Corallo di qualità gioielli, che cresce principalmente nel Mar Mediterraneo e nell'Oceano Pacifico, si verifica in una grande varietà di tonalità rosse e rosa. Particolarmente desiderabili sono la varietà rossa profonda, che gli esperti chiamano corallo "sangue opaco" o "moro", e una varietà rosa polverosa conosciuta come "pelle d'angelo".

Corindone
Corundum è essenzialmente incolore. Se sono presenti tracce di altri elementi ( principalmente ferro e cromo), il corundum può visualizzare ogni colore dell'arcobaleno. Il corundum incolore è una preziosa pietra preziosa. Dopo secoli di confusione nella nomenclatura, la convenzione internazionale ha ora accettato di utilizzare la parola "rubino" per descrivere il corundum rosso e usare la parola "zaffiro" per denominare le pietre di corundum in tutti gli altri colori. La parola "corundum" deriva da una lingua parlata nel subcontinente indiano, in cui la lingua una parola simile significava "pietra dura". Questa etimologia è davvero appropriata perché con una durezza di "9" sulla scala dei Mohs, il corundum è la seconda pietra più dura del mondo, superata in durezza solo dal diamante. I Corundums si trovano in ogni continente.

Cullinan
Il Cullinan è la "Stella d'Africa". Il più grande diamante grezzo mai trovato è stato chiamato dopo Sir Thomas Cullinan, il direttore di una miniera sudafricana dove questo diamante, che pesava 3.106 carati, è stato scoperto nel 1905. Nove diamanti importanti, grandi e 96 pietre più piccole sono stati tagliati da questo diamante grezzo. I grandi diamanti hanno numeri consecutivi. Il più grande dei nove, Cullinan I, pesa 530 carati ed è il più grande diamante tagliato al mondo, una distinzione che gli è valsa la "Stella d'Africa" accorto. Ornasce lo scettro della regina d'Inghilterra ed è conservato nella Torre di Londra.

Cuore tagliato
Il cuore tagliato permea diamanti e pietre colorate con un tocco di romanticismo. Come il nome implica, una pietra tagliata a cuore ha la forma di un cuore. Per raggiungere questo obiettivo, un tavolo triangolare o a forma di cuore è circondato da numerose sfaccettature che esaltano lo scintillio e il bagliore della gemma.

De Beers
De Beers è il nome dell'impresa che domina la produzione di diamanti e il commercio di diamanti in tutto il mondo. De Beers comanda circa il 65 per cento del mercato. L'azienda fu fondata nel 1880 da Cecil Rhodes, un britannico che aveva acquistato interessi di prospezione in Sud Africa. Ernst Oppenheimer acquistò De Beers nel 1929. I suoi discendenti continuano a far parte del consiglio di amministrazione di questa preoccupazione sudafricana di diamante. Il loro impegno principale è quello di prevenire le variazioni estreme dei prezzi dei diamanti controllando il mercato.

Diamante
La qualità di un diamante viene valutata secondo quattro criteri, i cosiddetti "4 C". Questi criteri sono: colore, chiarezza (purezza), taglio (lucido) e carato (il peso della pietra espressa in carati). Questo minerale è anche conosciuto come il "re" o "regina" di gemme. Per millenni, il diamante ha incarnato la durezza, l'immortalità e la bellezza. La nostra parola moderna "diamante" deriva dalla parola greca antica "adamas", che significa "invincibile". In fatti, questa preziosa pietra è la più dura di tutti i minerali. Si classifica più in alto ("10") sulla scala di durezza dei Mohs. I diamanti sono realizzati interamente in puro carbonio. I diamanti sono attualmente estratti soprattutto in Sud Africa, Sud America, Russia, Cina, Australia, e più recentemente anche in Canada, dove i diamanti possono essere trovati in molti colori diversi. Le pietre grezze sono più frequentemente tagliate nel taglio brillante.

Dresda
Il Dresda, spesso conosciuto anche come il "Green Dresda", è tra i diamanti più famosi del mondo. La sua fama deriva dalla sua combinazione unica di dimensioni e bellezza. La pietra pesa un maestoso 41 carati, e il suo fascino è soprattutto per il suo colore insolito: un verde profondo e perfettamente chiaro. Il Dresda è tagliato a goccia. Questo diamante probabilmente proviene dall'India, ma la sua storia iniziale è sconosciuta. Si ritiene che sia stato acquistato da Friedrich Augustin II, Elettore di Sassonia, per 400.000 talleri nel 1742. Teneva il diamante nella sua camera del tesoro, la leggendaria "Volta Verde" a Dresda, dove la pietra (che ora appartiene alla Collezione d'Arte Statale di Dresda) è ancora oggi conservata.

Durezza ai graffi
Il mineralogo viennese Friedrich Mohs (1773–1839) introdusse la nozione di "durezza del graffio" come un modo per classificare i minerali. Ha definito il concetto come la resistenza ai graffi che un minerale mostra quando si tenta di graffiarlo con un oggetto tagliente. Sulla base di questo attributo, Mohs ha sviluppato la sua scala di durezza, che è il sistema più comunemente usato oggi per confrontare la durezza delle pietre preziose. La scala dei Mohs assegna ogni minerale a uno dei dieci gradi di durezza. (Vedi anche la scala di durezza dei Moh.)

Fantasia
I diamanti si verificano in ogni colore dell'arcobaleno. Le tonalità più comuni sono giallastre, e tali pietre sono valutate insieme a diamanti incolore (i cosiddetti "bianchi"). Altri colori come il verde, il blu, il rosé e il rosso sono più rari e sono collettivamente descritti come "colori fantasia". I colori più frequenti sono i colori brunastri e il nero. Colori più rari e preziosi includono varie sfumature di rosé, rosso, verde e blu.

Fascia
La fascia è la parte più importante di un anello delle dita. È il cerchio che circonda il dito e quindi incarna la forma fondamentale dell'anello. La fascia di un anello può essere piatta o arrotondata. Di solito è dotato di una testa su cui, ad esempio, le impostazioni per diamanti o pietre colorate possono essere apposte.

Fiume
Il fiume è un termine vecchio e ora non più ampiamente usato che era precedentemente usato per valutare la qualità dei diamanti. "River" è un termine usato per descrivere il colore di un diamante. "River" è il livello più alto nella scala dei colori e corrisponde a "bianco altamente fine". Nella scala dei colori riconosciuta a livello internazionale del CIBJO, questo livello di qualità è suddiviso in "bianco altamente fine" e "bianco altamente fine" ed è etichettato con le lettere "D" ed "E". I successivi livelli di qualità più bassi sono Top Wesselton ("bianco fine") e Wesselton ("bianco").

gemmologia
La gemmologia è la scienza delle pietre preziose. La lingua tedesca ha due cognati per questa specialità: "Gemmologie" e "Edelsteinkunde". Indipendentemente dal nome, le persone che sono attive in questa disciplina si dedicano all'identificazione e alla lavorazione tecnica delle pietre preziose e allo studio di metodi che possono essere utilizzati per distinguere tra pietre preziose naturali da un lato, e pietre sintetiche o di imitazione dall'altro.

GIA
L'abbreviazione GIA si riferisce al Gemmological Institute of America, che ha sede a Carlsbad, California. L'istituto è riconosciuto in tutto il mondo come un'autorità nel campo della gemmologia e la classificazione dei diamanti. Il GIA è attivo anche nella scienza, nella ricerca e nell'insegnamento. Come istituzione educativa, offre una formazione gemmologica altamente rispettata. Fondata nel 1931, questa organizzazione non commerciale opera succursali in tutto il mondo. La sede europea della GIA si trova a Vicenza, Italia e Londra, Inghilterra.

Gioielli in pietra
Questa frase è un termine generale per tutte le pietre ornamentali e materiali simili a pietre. Il termine è talvolta applicato solo a pietre meno preziose o non trasparenti, ma nella maggior parte dei casi la frase "pietra di gioielleria" viene utilizzata come sinonimo della frase "pietra preziosa". Non c'è una chiara distinzione tra i due termini né alcun significato rigorosamente definito per la frase "pietra di gioielli".

Goccia
Il taglio a goccia è un tipo di taglio particolarmente affascinante. Come dice il suo nome, le gemme tagliate a goccia sono state tagliate e lucidate a forma di goccia. Anche il tavolo ha la forma di una lacrima, e questa forma è ulteriormente enfatizzata dal design delle sfaccettature circostanti. I nomi "briolett", "poire" (francese per "pera") e "pampel" sono usati anche per descrivere le pietre che sono state tagliate a goccia.

Graduazione
La classificazione o la valutazione dei diamanti è nota come "graduazione". La valutazione è condotta secondo criteri oggettivi riconosciuti a livello internazionale. In base a questi criteri, i diamanti sono classificati in base al loro colore, chiarezza (purezza), taglio e carati (peso). Questi quattro criteri sono riassunti sotto l'abbreviazione "le 4 C".

Granato
Il garnet è un'appellazione collettiva che viene utilizzata per descrivere più di dieci pietre di gioielleria che condividono una struttura cristallina simile. La parola "garnet" è tipicamente associata a una pietra rossa, ma questo è vero solo per i due membri più comuni del gruppo granato: il porope e l'almandina "pietre di carbuncle" e l'almandina. Come i loro parenti (ad esempio tsavorite verde e essonite marrone-giallo), queste gemme hanno buona durezza e alta rifrazione. I garnet si trovano in ogni continente.

Hallmark
Un segno distintivo è il simbolo stampato o perforato che è martellato sulla superficie di ogni pezzo di gioielleria. Oltre al segno distintivo ufficiale, ogni gioiello realizzato da Wempe Jewelers è anche segnato con il segno distintivo di Wempe per certificarne la provenienza. Il segno distintivo ufficiale fornisce informazioni sulla finezza del metallo prezioso. I regolamenti per l'uso di tali marchi sono definiti dalla legge. Il numero di finezza indica quante parti di metallo prezioso sono contenute in 1.000 parti della lega. Ad esempio, "50" significa che 750 unità di oro puro sono contenute in ogni 1.000 parti della lega d'oro. (Vedere anche "karat.")

Hope Diamond
Il "Hope Diamond" è una delle gemme più leggendarie di tutti i tempi. Precedentemente di proprietà della corte reale francese, è il più grande diamante blu del mondo e si ritiene che abbia originariamente pesato 112 carati. Dopo essere stato ri-tagliato più volte, attualmente pesa circa 45 carati. Si ritiene che il diamante sia stato rubato da un tempio indù in India ed è quindi noto per portare sfortuna al suo proprietario. Un banchiere di nome Henry Philip Hope lo acquistò a Londra nel 1830. Il gioielliere Harry Winston diede il diamante Speranza allo Smithsonian Institution di Washington, D.C. nel 1958. E 'in mostra lì oggi.

Hope Pearl
La Hope Pearl prende il nome dal suo ex proprietario, un banchiere londinese di nome Henry Philip Hope. Durante la prima metà del XIX secolo, H. P. Hope accumulò una grande collezione di pietre preziose che includeva, tra i suoi altri preziosi oggetti, il famoso Blue Hope Diamond. La perla barocca Hope è a forma di cilindrica, pesa circa 454 carati e misura circa cinque centimetri di lunghezza. La maggior parte di questa perla è di colore bianco, anche se da un lato la tonalità bianca passa in un tono color bronzo.

Impostazione della cornice
L'impostazione della cornice è come una cornice che circonda e tiene saldamente una pietra. Il metallo è avvolto in una striscia sottile tutto intorno alla pietra. Il bordo superiore aderente viene premuto leggermente sul bordo della pietra, tenendo così saldamente la gemma nella posizione desiderata.

Impostazione di punto
L'impostazione di punto è un ambiente molto caratteristico con sottili artigli metallici che sporgono una gemma come le dita di una mano. L'ambiente leggero e aperto permette al colore, al fuoco e alla bellezza della gemma di esprimersi pienamente. Poiché la gemma è tenuta in posizione da perni sottili, la pietra stessa appare relativamente grande e può ricevere molta luce. L'ambientazione del prong si è evoluta dall'impostazione degli artigli in cui una gemma era custodita all'interno di artigli che erano stati scolpiti per assomigliare agli artigli di un uccello predatore.

Incisione
Il verbo "incidere" deriva dalla parola francese "graver" e descrive l'atto di tagliare script o motivi ornamentali in superfici metalliche, di vetro o di pietra. Gli inizi di questa tecnica estremamente antica possono essere rintracciati fin dall'età del bronzo. Un'incisione può essere sollevata o insondata. Al giorno d'oggi l'incisione può essere eseguita manualmente (da un incisore utilizzando un burin o un ago di incisione) o a macchina. Le pietre preziose possono anche essere incise, nel qual caso sono conosciute come "intaglios" o "cameos". Wempe Jewelers può individualizzare un gioiello incidendolo con le iniziali del suo proprietario.

Inclusione
Le inclusioni nelle pietre preziose sono come le impronte digitali di Madre Natura. Quasi nessuna pietra preziosa è completamente priva di inclusioni. La maggior parte delle gemme contiene corpi estranei incorporati o presentano interruzioni nella loro struttura cristallina. Le inclusioni possono essere materiali dello stesso tipo (ad esempio un diamante che include all'interno di un diamante) o di altro tipo (ad esempio zirconine in zaffiro). Il termine "inclusione" è usato anche per descrivere crepe, fessure dell'attaccatura dei capelli o spazi vuoti che possono essere riempiti con liquido o gas. Le inclusioni possono sminuire il colore e l'aspetto di una pietra, ma molte inclusioni non sono visibili agli occhi. Più recentemente, le inclusioni sono state riconosciute come elemento decorativo perché possono causare squisiti giochi di luce (ad esempio occhi e stelle del gatto). Alcune inclusioni sono così tipiche di un particolare minerale che possono essere utilizzate come prova dell'autenticità della pietra.

Internamente Flawless
Internamente Flawless è un grado di qualità per i diamanti e descrive il grado di chiarezza di una pietra. Questo criterio è molto rigorosamente valutato e classificato secondo un sistema di valutazione riconosciuto a livello internazionale. "Internamente impeccabile" è il grado più alto in questo sistema ed è abbreviato "IF". Le pietre di questo grado non hanno inclusioni di sorta. Un diamante è considerato "internamente impeccabile" solo se l'occhio di un esperto non è in grado di rilevare alcuna inclusione sotto l'ingrandimento decuplicato. Tali diamanti perfetti sono rare eccezioni.

Jardin
Jardin è un termine tecnico che si riferisce allo smeraldo. Questa nobile gemma del gruppo berillo è di solito nuvolosa a causa di inclusioni o fratture dell'attaccatura dei capelli. Queste imperfezioni sono accettabili finché non sminuiscono il bel colore verde della pietra. In questi casi, il vivace gioco di colori causato dalle inclusioni è descritto come "jardin" - la parola francese per "giardino" - ed è considerato come prova della genuinità della pietra. In nessun'altra varietà di pietre preziose ci sono esemplari imperfetti e così rari.

Karat
Quando scritto con una "c", la parola "carat" si riferisce alle unità utilizzate per misurare il peso delle pietre di gioielleria. Quando scritto con una "k", la parola "karat" è una designazione qualitativa utilizzata per descrivere la finezza di un metallo. Ogni metallo gioielli è una lega che contiene metalli diversi in varie quantità. L'oro puro, per esempio, è troppo morbido per essere utilizzato per i gioielli. Per questo motivo, l'oro (e alcuni altri metalli preziosi) sono tipicamente miscelati con altri metalli. Il numero di carati indica la quantità di metallo prezioso nella lega. Ad esempio, la frase "oro 14 carati" significa che 14 unità di oro puro sono contenute all'interno di ogni 24 unità della lega.

Keshi Pearl
Il caso casuale gioca un ruolo nella coltivazione delle perle. A volte l'ostrica espelle il nocciolo che è stato inserito in esso per stimolare la produzione di perle, mentre allo stesso tempo mantenendo all'interno del suo guscio il pezzo di tessuto che produce madre perla. Quando ciò si verifica, viene formata una perla di forma irregolare (nota come "keshi perla"). Le perle più piccole non sono più grandi di una testa di spillo, da cui il nome "keshi", che è la parola giapponese per "semi di papavero". Alcune perle keshi, tuttavia, possono crescere grandi come 10 mm di diametro. Perle Keshi si verificano in tutte le specie di bivalvi che vengono utilizzati per la coltivazione di perle.

Koh-i-Noor
Il nome "Koh-i-Noor" significa "Montagna di Luce" in persiano e suggerisce ciò che una pietra straordinaria questo famoso diamante è veramente. Come l'altrettanto leggendario Hope Diamond, il Koh-i-Noor traccia la sua provenienza verso le miniere dell'India. Il Koh-i-Noor fu menzionato per la prima volta nel 1304, quando aveva una forma rotonda e presumibilmente pesava 108 carati. Altre fonti sostengono che di fatto pesava 186 carati. La gemma entrò nelle mani del conquistatore persiano Nadir Shah nel 1739. Dopo che il paese è passato sotto il dominio britannico, la regina Vittoria ha ricevuto la gemma nel 1850. Rimodellato nella sua attuale forma ovale, il diamante pesa ora più di 105 carati. È stato inserito nella corona della regina d'Inghilterra ed è conservato nella Torre di Londra.

Kunzite
La kunzite, una varietà di spodumene, si presenta in rosa pallido e nei toni del viola pallido al viola scuro con un velo rosato. Kunzite ha un bagliore vivace e vitreo. Questo minerale attraente è relativamente delicato. Kunzite è estremamente fissile. Il Brasile guida il mondo come fornitore principale di knzite.

Lapislazzuli
La pietra preziosa opaca conosciuta come "lapis lazuli" è una miscela di vari minerali. La componente principale è lasurite, che conferisce a questa pietra il suo tipico colore blu scintillante. Lapis lazuli di solito ha strisce o macchie di altri minerali che lo attraversano. La colorazione del lapis lazuli di migliore qualità è regolarmente distribuita; spesso, tuttavia, lapis lazuli è macchiato o a strisce. La pietra è stata utilizzata come pietra di gioielleria in epoca preistorica. Lapis lazuli è stato macinato in polvere e utilizzato come un naturale, pigmento blu ultramarine durante il Medioevo. Lapis lazuli è moderatamente difficile. La pietra è sensibile al calore, al profumo e ai cosmetici. L'Afghanistan è la sua fonte più importante.

Lega
Una lega è una miscela metallica composta da due o più componenti. Le leghe prendono il nome dal loro metallo di base. Alcuni attributi del metallo di base possono essere migliorati fondendolo in una lega. L'oro puro sarebbe troppo morbido per l'uso come metallo gioiello; mescolandolo con altri metalli per creare una lega d'oro rende il metallo risultante più duro e più pratico da indossare come gioielli. I metalli che sono spesso inclusi nelle leghe d'oro includono argento, palladio e rame. Queste aggiunte influenzano anche il colore: l'argento rende l'oro più pallido; rame dà una tonalità rossastra. Lo spettro dei colori per le leghe d'oro varia dal bianco al giallo-verdastro al rosso. La quantità di metallo di base contenuta in una lega è espressa in carati.

Lucidatura
La lucidatura si riferisce al trattamento fine dato alle superfici di pezzi di gioielleria. L'obiettivo è quello di creare una superficie liscia e molto lucida. La lucidatura può essere eseguita a mano, ad esempio, con un pezzo di lana di lucidatura, o con la macchina, di solito con un disco rotante in pelle o lana. La lucidatura può anche essere realizzata con l'aiuto di paste di lucidatura. Questi preparati migliorano l'effetto levigante della lucidatura. Le diverse fasi del lavoro possono essere eseguite elettrochimicamente, chimicamente o in speciali fusti di lucidatura. Pezzi di gioielli che mostrano tracce di usura possono essere ri-lucidati da un orafo in modo che riacquistino il loro bagliore originale.

Lüster
Luster è il criterio più importante nella valutazione del valore di una perla. Questo termine tecnico descrive il riflesso della luce che si rifrange sui molti strati di aragonite nella madre perla, creando così un bagliore che sembra irradiarsi dall'interno della perla. La luce riflessa e il bagliore dovrebbero sembrare il più energico e profondo possibile, due qualità che sono associate a uno spesso strato di madreperla. Il valore di una perla è direttamente proporzionale all'intensità della sua lucentezza.

Madreperla
La madreperla è prodotta da animali dal corpo molle, i cosiddetti " molluschi". I molluschi includono cozze marine e lumache che hanno le cosiddette "cellule epiteliali". Queste cellule, che producono madreperla, sono responsabili della costruzione e della crescita del guscio delle cozze. La madreperla è costituita principalmente da carbonato di calcio, una molecola che contiene calcio, carbonio e ossigeno. Il carbonato di calcio si trova nelle perle sotto forma di aragonite, che copre la superficie interna del guscio in innumerevoli strati sottili e paralleli o si raccoglie attorno a un nucleo come le bucce di una cipolla per produrre una perla. Come un mosaico, ciascuno degli strati sottilissimi di aragonite è costituito da innumerevoli cristalli di aragonite simili a lastre. Il cemento che collega questi cristalli l'uno all'altro è una sostanza organica simile a un corno nota come "conchyne".

Marchesa
La marchesa è una forma in cui le pietre preziose possono essere tagliate. Il taglio marquise prende il nome dall'amante del re di Francia Luigi XV. Amava questa forma ovale appuntita ed era particolarmente affezionata alle pietre sfaccettate tagliate in una forma doppiamente appuntita. Una pietra di pietre è simile a una navetta ed è anch'egli raggruppata sotto il titolo principale navette ("piccola nave"). Un diamante marchese ha un tavolo e 56 sfaccettature aggiuntive.

Matrice
La matrice è il "utero" di pietra naturale, la cosiddetta "pietra madre" in cui i cristalli crescono e in cui si possono trovare.

Memoir
I gioiellieri usano la parola "memoir" per descrivere pezzi molto personali di gioielli: anelli con diamanti taglio brillante che vengono presentati come regali per commemorare le occasioni speciali. La banda infinita dell'anello, che non ha né un inizio né una fine, aggiunge un significato ancora maggiore al carattere simbolico di un ricordo. Un'affascinante forma di anello di memorie è una fascia semplice e disadorna in cui i diamanti taglio brillante possono essere aggiunti successivamente come promemoria di eventi speciali che si sono verificati nel corso della vita.

Mineralogia
La mineralogia è il ramo della scienza che si occupa dell' indagine sui minerali. Può essere diviso in diverse parti subordinate: cristallografia, cioè la scienza della forma, della struttura, delle proprietà chimiche e fisiche dei cristalli; mineralogia speciale, che si concentra sulla descrizione dei minerali secondo la loro genesi, proprietà esterne, e la distribuzione; e petrologia, cioè la scienza delle pietre, che si concentra sulla genesi e la formazione delle pietre e sui processi di trasformazione a cui sono soggette. Gli studi sui giacimenti minerari e sulla mineralogia tecnica completano lo spettro delle suddivisioni mineralogiche.

Miniera di Kimberley
La miniera di Kimberley era una volta una miniera di diamanti estremamente produttiva in Sud Africa. I diamanti furono estratti con il metodo open-pit tra il 1871 e il 1908. Senza l'uso di macchinari, gli operai di questa miniera scavarono il più grande buco mai scavato dalle mani umane. Opportunamente chiamato il "Grande Foro", misura 460 metri di diametro e il suo albero è profondo 1.070 metri. Oggi, tuttavia, la metà inferiore dell'albero è riempita con acqua. Sono stati estratti diamanti per un peso complessivo di 14,5 milioni di carati (quasi tre tonnellate). La miniera fu abbandonata nel 1914 dopo un breve periodo di miniere sotterranee.

Momme
La momme è un'unità giapponese di peso per le perle coltivate. Un momme è pari a 3,75 grammi o 18,75 carati. Questa unità di peso è raramente utilizzata nel commercio europeo delle perle. Al giorno d'oggi, il peso di una perla è tipicamente espresso in grani (un grano è uguale a 0,5 grammi) o carati. Quest'ultima unità sta guadagnando popolarità.

Morganite
Morganite è il rosa pallido al salmone o membro di colore viola della vasta famiglia berillo. A causa del suo colore, questo minerale è talvolta noto anche come "berillo rosa". Il nome deriva dal collezionista americano John Pierpont Morgan. Tra gli altri paesi, le principali fonti della pietra includono Afghanistan, Brasile e Cina.

Multicolore
Le perle sono particolarmente affascinanti oggi a causa della loro straordinaria diversità. Mai prima d'ora le perle sono state disponibili in un'ampia selezione di diversi colori, forme e dimensioni. Ogni tipo di perla ha il suo spettro di colori: le perle coltivate tahitiane brillano di tonalità grigio, argento e nero, spesso troppo lavate con un velo di rosso, blu o verde; perle coltivate d'acqua dolce brillano di bianco, rosato e verde, e si verificano anche in intense tonalità rosse o lilla. Quando perle di diversi colori sono infilate in un unico collier, gioiellieri descrivono tali collane come catene "multicolore" o "arlecchino". Oltre a combinare perle di colori diversi, tali catene spesso combinano anche diversi tipi di perle.

Olivine
Olivine è più comunemente conosciuto come "peridot" nel mondo della gioielleria. Olivine ha ricevuto il suo nome a causa del suo colore verde giallo pallido all'oliva. E numera tra le poche pietre preziose che si verificano solo in un colore. Anche se l'olivina non è un minerale estremamente duro, questa pietra è stata apprezzata come un gioiello prezioso fin dai tempi antichi. I depositi si trovano nel nord della Birmania, in Australia e in Brasile. Olivine è stato anche identificato come un componente dei meteoriti.

Onice
L'onidi è il nome dato alla chalcedony nera profonda, che è una varietà di quarzo. L'onice si trova più frequentemente come pietra multistrato: il materiale è costituito da molti strati di substrato nero e strati di sovrapposizione bianchi. Le calcedoni nel loro stato naturale possono essere opache o avere un bagliore ceroso. Le pietre con strati varicolori possono essere bollite in acido solforico. Questo trattamento dà loro un aspetto uniformemente nero.

Opale di fuoco
Come suggerisce il nome, questa gemma nasce veramente in fiamme. Opali di fuoco si trovano principalmente in cavità cave e fessure in montagne di origine vulcanica. Il nome è dovuto anche all'intenso colore arancione della pietra, che brilla di sfumature che vanno dal giallo al rosso. Anche se appartiene al gruppo opale, fuoco opale non è opalescente (cioè non ha luccichio di colore arcobaleno). La maggior parte degli opali di fuoco sono lattiginosi e torbidi. Solo gli esemplari più preziosi sono chiari e trasparenti. Opali di fuoco possono essere tagliati in una forma sfaccettata, che è una forma insolita per opali tagliati. La pietra, tuttavia, è intrinsecamente delicata. I depositi più importanti si trovano in Messico.

Orafa
La professione orafa è una carriera tradizionale con una storia molto lunga. Già nel terzo millennio a.C., gli antichi egizi avevano già cominciato a coltivare l'arte orafa: antichi artigiani lavoravano ad arte oro e argento, insieme a varie pietre preziose e perle, per creare gioielli, utensili, vasi e altri oggetti. Tecniche come martellare, lanciare, inseguire, punzonare, incisione, granulazione e smaltatura sono state praticate fin dai tempi antichi. Al giorno d'oggi, la professione dell'orafo è un'arte e un mestiere che richiede un apprendistato della durata di almeno tre anni.

Orient Pearl
Orient pearl è il termine tecnico per perle autentiche e/o perle naturali che si formano all'interno di ostriche senza l'intervento umano. Le cellule che producono madre perla si trovano normalmente sulla superficie interna del guscio, per la crescita di cui sono responsabili. Orientare le perle possono formarsi quando alcune di queste cellule si allontanano verso l'interno del bivalse. Ciò può verificarsi, ad esempio, quando un parassita trapana attraverso il guscio nel corpo dell'animale, o quando un corpo estraneo penetra tra le metà del guscio e ferisce l'animale all'interno del guscio. La semplice penetrazione di un ciottolo o di un granello di sabbia all'interno del guscio non è sufficiente a causare la formazione di una perla orientale.

Oro
L'oro è uno dei primi metalli utilizzati dall'umanità. Gli esseri umani sono stati affascinati dall'oro da tempo immemorabile. Il metallo ha un colore giallo brillante, è immune alla ruggine ed è straordinariamente duttile e malleabile. Il nome "oro" deriva dalla vecchia parola alta tedesca "ghel", che significa "shimmering" o "gleaming". Il simbolo chimico per l'oro, "Au", deriva dalla parola latina per questo metallo, "aurum". L'oro puro è molto morbido: prima di poter essere utilizzato in gioielleria, l'oro deve essere miscelato con altri metalli più duri per creare una lega più dura. L'ammissibilità di altri metalli influenza anche il colore della lega: l'aggiunta, ad esempio, dell'argento conferisce all'oro un calco verdastro.

Padparaja
Padparaja è la variante arancione-giallo dello zaffiro. Come il più familiare zaffiro blu, anche questo appartiene al gruppo corundum. Il nome deriva dalla lingua singhalese e significa "fiore di loto". Le pietre preziose con il tono arancione più avidamente ricercato si trovano principalmente in Sri Lanka.

Pavé
Pavé, la parola francese per "pavimentazione", è il termine tecnico che i gioiellieri usano per descrivere superfici piatte di metallo prezioso che sono state "pavimentate" con pietre preziose. Piccole gemme sono fissate l'una accanto all'altra per creare un piano piatto con la minor quantità possibile di metallo visibile. Di regola, le "pietre di pavsi" sono di uguale dimensione e sono state tagliate e lucidate in forme identiche. La sfaccettatura superiore di ogni pietra, la sua cosiddetta "tavolo", dovrebbe trovarsi esattamente nello stesso piano di tutti gli altri tavoli per ottenere l'aspetto incandescente e lussuoso del pavé fine.

Pavone
Pavone è il termine tecnico per un particolare colore scuro della perla tahitiana. Questo colore, che ricorda il luccichio della piuma di un pavone, è una tonalità di sfondo scuro con un intenso bagliore verde. Questa variante della perla tahitiana è tra le perle più avidamente ricercate e più preziose di tutte le perle coltivate.

Peridot
Peridot è una pietra naturale veramente paradisiaco. È stato trovato in meteoriti che sono caduti dallo spazio e sono atterrati sulla Terra. I depositi terrestri si trovano in siti nella Birmania settentrionale, Australia, Brasile e altrove. Il gioiello preferito dell'era barocca, il peridot è particolarmente attraente grazie al suo pistacchio chiaro o al colore giallo-verde. I numeri di Peridot tra le poche pietre preziose che si verificano in un solo colore. La caratteristica tonalità di oliva spinse i minatori a riferirsi anche a questo minerale con il nome di "olivina".

Perla barocca
Non tutte le ostriche producono una perla coltivata perfettamente sferica. Proprio l'opposto: la maggior parte delle perle non si sviluppano in sfere impeccabili. Quando crescono in varie direzioni e forme insolite, sono chiamate perle "barocche" o "fuori forma". A seconda della loro forma specifica, alcune di queste perle possono essere molto richieste perché possono essere trasformate in pezzi unici di gioielli.

Perla bouton
La parola francese "bouton" significa "pulsante". Una perla bouton ha la forma di un pulsante, cioè è rotonda e un po 'appiattita. Le ostriche portabili non producono necessariamente perle perfettamente sferiche. Molto più frequentemente, le ostriche producono perle ovali o di forma irregolare. Questi ultimi sono conosciuti come "perle barocche". Oltre alla classica forma sferica, sono ricercate anche perle in altre forme simmetriche (ad es. perle bouton).

Perla coltivata
La perla coltivata è l'equivalente inglese del termine che viene usato più frequentemente in Austria e Svizzera per descrivere le perle coltivate. Le perle sono tipicamente coltivate inserendo in un bivalve un nocciolo (solitamente una sferula tornita fatta di guscio di cozza naturale) insieme a un pezzetto di tessuto vivente che produce madreperla. Il bivalve viene restituito all'acqua, dove viene continuamente monitorato e regolarmente purificato. Il tessuto impiantato continua a produrre madreperla, con la quale copre il nocciolo. Il bivalve richiede almeno 18 mesi per produrre una perla coltivata.

Perla d'acqua dolce
Le perle coltivate d'acqua dolce sono molto popolari al giorno d'oggi. Precedentemente di forma piccola e irregolare, i recenti progressi nella coltivazione hanno permesso di raggiungere perle coltivate con acqua dolce di 10 mm di diametro e di forma quasi sferica. Questa varietà di perla è particolarmente attraente a causa della diversità di colori in cui si verifica. Lo spettro spazia dal bianco, rosato e verde alle tonalità intensive di rosso e lilla. Per coltivare queste perle, nessun nocciolo senza vita viene inserito nel bivalve: nulla viene inserito se non un piccolo pezzo di tessuto vivente che produce madre perla. Di conseguenza, le perle d'acqua dolce non hanno un nocciolo centrale e sono costituite interamente da madreperla. Le perle coltivate in acqua dolce sono attualmente importate quasi esclusivamente dalla Cina, da cui il loro nome alternativo: "perle della Cina".

Perla dei mari del sud
Le perle del Sud Seas sono le più belle e preziose di tutte le perle. La loro sola dimensione, che varia tra 10 e 20 mm di diametro, li rende particolarmente opulento. Le perle pallide dei mari del Sud hanno uno spesso strato di nacre che può variare di colore dal bianco all'argento, crema, oro, o anche un grigio-blu pallido. E 'questo nacre che dà loro la loro lucentezza scintillante. Le perle più grandi e più belle dei mari del Sud provengono dall'Australia. Anche l'Indonesia è un importante produttore. Le perle dei mari del Sud crescono all'interno di bivalvi della specie Pinctada maxima. Le perle più rare e costose dei mari del Sud sono bianche e quasi perfettamente sferiche.

Perla tahitiana
La perla tahitiana è la variante oscura della perla dei mari del Sud. Soprattutto nella Polinesia francese, le perle tahitiane sono coltivate fin dagli anni '60 all'interno del margaritifera bivalse Pinctada portante di pere dalle labbra nere. Queste perle raggiungono dimensioni impressionanti tra gli 8 e i 12 mm, e possono occasionalmente anche superare i 15 mm di diametro. La loro ricca lucentezza brilla nei toni del grigio, dell'argento e del nero, ed è talvolta coperta da una boccata di rosso luccicante, blu o verde. La tonalità più avidamente ricercata è chiamata "pavone", che ha un luccichio verdastro scuro simile alle piume appariscenti dell'uccello per cui prende il nome.

Perle
Perle si verificano in varie specie di bivalvi d'acqua dolce e di acqua salata. Sono tra i materiali di gioielleria più antichi dell'umanità. In passato, le perle erano straordinariamente preziose e erano riservate esclusivamente a persone ricche e potenti. Orient perle si verificano per caso e senza l'intervento umano. Tali perle si trovano a volte ancora oggi, ma sono raramente scambiate. Negli anni successivi allo sviluppo della coltivazione delle perle all'inizio del XX secolo, l'arte e la scienza della creazione di perle coltivate sono state continuamente perfezionate. Oggi più popolari che mai, le perle sono disponibili in molte dimensioni, colori, forme e varietà: ad esempio come acqua dolce, Akoya o Mari del Sud coltivati.

Perle di Majorica
Le perle di Majorica sono perle di imitazione. Sono fabbricati industrialmente sull'isola spagnola delle Baleari di Maiorca e sono considerati gioielli in costume.

Perle Mabé
Le perle Mabé (conosciute anche come "perle di blister coltivate") sono perle emisferiche particolarmente adatte per l'uso in spille e gioielli per le orecchie. Per produrli, diversi emisferi di plastica o cera sono incollati all'interno del guscio di un'ostrica. Man mano che l'animale cresce, copre questi emisferi con strati di madre perla. Per raccogliere le perle mabé, le cozze vengono aperte e le perle rimosse con una fresatrice. La forma emisferica viene rimossa, lo spazio vuoto viene riempito e la superficie posteriore piatta viene sigillata con un disco madreperla. La maggior parte delle perle di mabé sono coltivate all'interno delle cozze del Mare del Sud della specie Pinctada maxima. Le perle crescono fino a raggiungere dimensioni comprese tra 10 e 20 mm. A seconda della forma della forma inserita artificialmente, le perle possono essere ovali, a forma di lacrima o a forma di cuore.

Pietra Colorata
La frase "pietra colorata" viene utilizzata per tutte le pietre preziose tranne i diamanti e le agate. D'altra parte, pietre preziose incolore sono talvolta inclusi nella categoria di "pietre colorate". Il termine "pietra preziosa colorata" è anche spesso usato per enfatizzare la loro preziosità.

Pietra preziosa
Le pietre preziose sono materiali non metallici caratterizzati dalla bellezza e dalla trasparenza dei loro colori, dalla loro durezza e/o dalla loro rarità. In passato, era pratica comune distinguere tra pietre preziose (che sono particolarmente chiare e dure) e pietre semipreziose (che sono non trasparenti, meno resistenti e meno preziose). Questa distinzione, tuttavia, ha poco senso, quindi i termini "pietra preziosa" e "pietra di gioielli" sono diventati più comuni nell'uso moderno. Il peso di una gemma è misurato dal carato (0,2 grammi). Le pietre preziose si trovano in rocce e ori. Le pietre preziose trasparenti sono spesso tagliate in forme sfaccettate (ad esempio il "taglio brillante") per accentuare il loro gioco intrinseco di luci. Le gemme traslucide e opache sono solitamente tagliate in una forma liscia a cupola (cabochon).

Pietre di nascita (pietre zodiacali)
Fin dall'antichità classica, la convinzione che esista una relazione tra particolari pietre preziose e certi segni zodiacali spinse le persone ad assegnare particolari minerali ad ogni segno dello zodiaco. La disposizione più comune è indicata di seguito. Si ritiene che la pietra associata ad ogni segno abbia un effetto positivo e rafforzante sulle persone che sono nate sotto il segno corrispondente. Aries (21 marzo – 20 aprile) - jasper rosso, carneol. Toro (21 aprile – 20 maggio) - carneol, quarzo rosa. Gemelli (21 maggio - 21 giugno) - citrina, occhio di tigre. Cancro (22 giugno - 22 luglio) - crysoprase, aventurina. Leo (23 luglio – 23 agosto) - cristallo roccioso, quarzo d'oro. Virgo (24 agosto - 23 settembre) - citrina, agata gialla. Libra (24 settembre - 23 ottobre) - citrina arancione, quarzo affumicato.

Piqué
Piqué è un termine tecnico usato per classificare la purezza (chiarezza) dei diamanti. La chiarezza è uno dei quattro criteri di qualità (le "4 C") secondo cui viene valutato il valore di un diamante. Diamanti assolutamente perfetti, cioè pietre del tutto prive di inclusioni, sono eccezioni molto rare. Secondo un sistema valutativo riconosciuto a livello internazionale, i diamanti che rivelano chiaramente le inclusioni ad un occhio non assistito sono assegnati al gruppo "Piqué", che, a sua volta, è ulteriormente suddiviso in tre sottoclassi: Piqué I, Piqué II e Piqué III.

Placcatura in rodio
La placcatura di rodio è un processo mediante il quale la superficie di un pezzo di gioielleria viene rivestita con un sottile strato di rodio. Strettamente legato al platino, il rodio è un metallo molto duro con un chiaro bagliore bianco. Il rodio è usato per dare un aspetto più fresco al luccichio spesso grigiastro di leghe d'oro bianco. Lo strato di rodio serve spesso anche come rivestimento protettivo: ad esempio, per gli oggetti in argento, perché il rodio non si ossida. Placcatura di rodio viene applicato ai gioielli dopo che è stato immerso in un bagno galvanico.

Platino
Il platino non è stato utilizzato in gioielleria fino alla fine del XIX secolo. Questo metallo ha ricevuto il suo nome dai conquistadores spagnoli in Sud America, che lo chiamavano "platina", che significa "poco argento" in spagnolo. Il platino è il più raro e prezioso di tutti i metalli. Difficile da estrarre e laborioso da isolare dal suo minerale, il platino è fragile e difficile da lavorare. La lega che è più comunemente utilizzata per gioielli è 950 platino, il che significa che ci sono 950 grammi di platino puro in ogni 1.000 grammi di metallo gioiello. Il segno distintivo "PT 950" identifica questa qualità di platino.

Purezza (Chiarezza)
Il termine "purezza" ("chiarezza") è uno dei quattro criteri di qualità ( il "4 C") in base al quale viene determinato il valore di un diamante. I diamanti assolutamente perfetti, cioè pietre completamente prive di inclusioni, sono rare eccezioni. La purezza dei diamanti è rigorosamente valutata e classificata secondo un sistema di valutazione riconosciuto a livello internazionale. Il grado più alto è "IF" ("internamente impeccabile", cioè nessuna inclusione). Gioiellieri di lingua tedesca a volte usano la parola sinonimo "lupenrein", che significa "puro sotto la lupe", per riferirsi a pietre "IF". I voti aggiuntivi sono: "inclusioni molto molto piccole" (da VVS1 a VVS2), cioè con piccole inclusioni invisibili ad occhio nudo e "inclusioni molto piccole" (da VS1 a VS2).

Quartz
La parola "quartz" descrive un grande gruppo di minerali che include molte varietà ben note di pietre di gioielleria con composizioni chimiche identiche e proprietà fisiche simili. I mineralogisti distinguono tra quarzi i cui cristalli sono visibili ad occhio nudo (ad esempio ametista, citrina e cristallo di roccia) e quarzi i cui cristalli sono microscopicamente piccoli (ad esempio agata, calcedona e jasper). Il quarzo si verifica in ogni colore immaginabile e viene utilizzato in una varietà di tecnologie. Serve come materia prima per l'industria del vetro e della ceramica, e i cristalli di quarzo vengono utilizzati come componenti in applicazioni ottiche, elettroniche e di comunicazione.

Queen’s Length
La frase "Queen's Length" ha una fonte genuinamente regale: un'ex regina d'Inghilterra amava i lunghi carbonai. Gioielli per il collo con una lunghezza di circa 80 centimetri prende il suo nome. Il "Queen's Collier" è un po 'più corto del sautoir, che raggiunge tutta la strada fino alla vita.

Radiante
Il "radiante" è un taglio speciale per i diamanti. Questo taglio è derivato dal taglio brillante, ma ha più sfaccettature rispetto al taglio brillante di solito ha. Sviluppato da un americano di nome Henry Grossbard, il taglio radioso ha esattamente 70 sfaccettature, che gli conferiscno il suo aspetto caratteristico.

Rhodolite
La rhodolite è in realtà una pirosca, ma è stato dato un nome proprio a causa del suo caratteristico colore rosa-rosso. Il pyrope appartiene al gruppo granato ed era una pietra alla moda nel XVIII e XIX secolo. Il nome "rhodolite" è talvolta usato anche per descrivere almandine rosso rosa.

Rivière
Molti diamanti individuali uniti in una lunga fila, separati ma in modo flessibile, collegati tra loro, creano un braccialetto o una collana straordinariamente lussuosa e scintillante. È così che ha avuto origine il nome di questa tecnica per l'impostazione dei diamanti: "Rivière" è la parola francese per un fiume o una massa che scorre.

Rubellite
Rubellite è una varietà di tourmaline. Si verifica in colori che vanno dal rosa al rosso, a volte con una sfumatura violacea. A seconda della sua tonalità, un rubellite può anche essere descritto come un "tourmaline rosso" o un "tourmaline rosa".

Rubino
Ruby ha ricevuto il suo nome a causa del suo colore: la parola latina "rubens" significa "rosso". Una delle pietre preziose più preziose del mondo, un rubino può spesso essere molto più prezioso di un diamante di uguale dimensione perché i rubini immacolati sono estremamente rari. Le pietre più avidamente ricercate provengono dalle miniere di Mogok (Birmania) e hanno un colore unico chiamato "sangue di colomba" - una speciale tonalità di rosso ricoperta da una soffio di blu. Thailandia, Sri Lanka, e Tanzania sono importanti fonti di rubini. Fu solo nel 1800 che il rubino fu riconosciuto come membro del gruppo corundum. Prima di quella data, la parola "rubino" veniva applicata anche a spine rosse e granato, altrimenti tutti e tre erano semplicemente chiamati "pietra di carbuncle". In passato, il rubino era considerato un simbolo di potere, coraggio e dignità. Durante il Medioevo, era opinione diffusa che un rubino si sarebbe oscurato ogni volta che la sfortuna o la sfortuna era imminente.

Rundiste
Il rundiste, spesso scritto anche "rondiste", fa parte di un taglio di pietre preziose. Comprende la cintura che circonda tra la parte superiore e inferiore del taglio. Su un diamante taglio brillante, le sfaccettature che sono immediatamente adiacenti a questa cintura di separazione sono chiamate "sfaccettature rondiste superiori" e "sfaccettature rondiste inferiori". Questi sono seguiti dalle sfaccettature principali e dalla tabella (sul lato superiore) e dal punto o culet (sul lato inferiore).

Rutile
Il rutile altamente refrattivo si verifica in colori che vanno dal marrone rossastro al rosso sangue e nero. Anche se la pietra ha un bagliore quasi metallico, non svolge un ruolo importante come una pietra di gioielli. Rutile ha una durezza relativamente bassa. Questo minerale, tuttavia, si verifica come inclusioni in una varietà di pietre preziose. Quando si verifica come un'inclusione, rutile in genere appare in forme aghiformi o capelli-like che creano splendidi modelli ed effetti di illuminazione sorprendenti. Cristallo di roccia e quarzo affumicato a volte racchiudono delicati aghi giallo paglierino o fibre di rutile noto come "capelli di Venere". Pietre contenenti tali inclusioni sono state avidamente ricercate nei tempi antichi.

Santa Maria
Santa Maria è il termine usato per descrivere una qualità particolarmente fine dell'acquamarina con un colore blu profondo e avidamente ricercato. Il nome deriva dalla miniera di Santa Maria a Cear, in Brasile. Gli acquamarina brasiliani con altri gradi di qualità sono conosciuti come "Espirito Sant", "Martha Rocha", "Fortaleza" e "Marambaia". Bellissimi acquamarina conosciuti come "Santa-Maria-Africana" si trovano in Mozambico.

Sautoir
Sautoirs sono collane molto lunghe che pendono elegantemente e sensualmente fino alla vita. Con una lunghezza di 120 centimetri, i sautoir erano particolarmente di moda nel XVIII e XIX secolo. I sautoir sono spesso fatti senza fermagli e spesso finiscono in un ciondolo ornamentale o in una nappa. In passato, le due estremità di uno sautoir erano spesso appuntate con una spilla alla cintura, alla spalla di un indumento o a due posizioni diverse su un abito o un vestito. Altre versioni sono dotate di chiusure nascoste in modo che il sautoir possa anche essere indossato come una collana multi-strand o bracciale. Lo sautoir era il tipo di gioielli preferito di Coco Chanel ed è ora a volte conosciuto anche come la "catena Chanel".

Scala di durezza dei Mohs
La scala di durezza dei Mohs prende il nome dal suo creatore, il minatore Friedrich Mohs (1773-1839). La scala dei Mohs dispone i minerali in base al loro grado di resistenza ai graffi meccanici delle loro superfici. La scala varia da uno a dieci. Ogni minerale di un dato grado di durezza è abbastanza morbido da essere graffiato da un minerale al livello più alto successivo e contemporaneamente abbastanza duro da graffiare un minerale sul livello inferiore precedente. I minerali di durezza 1 sono i più morbidi; quelli di durezza 10 sono più duri. Le pietre preziose che hanno una resistenza ai graffi (la durezza di Mohs) di 1 o 2 sono classificate come morbide; gemme in gradi da 3 a 5 sono medio duro; quelli più difficili del grado 6 sono descritti come duri. I valori per tutti i minerali e le pietre preziose sono stati determinati sulla scala di durezza dei Moh. La scala è utilizzata in tutto il mondo per classificare la durezza delle pietre.

Scollatura
Molte pietre preziose possono essere divise in una o più direzioni. La rottura avviene lungo piani perfettamente piatti. Questo attributo è chiamato "sleavage" e dipende dalla struttura reticolare del cristallo. A seconda di quanto facilmente una gemma può essere divisa, si può distinguere tra scissione perfetta, buona e poco chiara. Una pietra che non può essere divisa a tutti non ha "nessuna scissione". La scissione di una pietra preziosa deve essere presa in considerazione quando si taglia, si lucida e si imposta la pietra perché un leggero colpo o una pressione eccessivamente forte possono tutti spesso causare la divisione di una gemma.

Segni di crescita
Le perle sono prodotti naturali. Anche se gli esseri umani hanno imparato a coltivare perle e quindi a intervenire in questo processo naturale, la genesi di una perla è ancora soggetta ai capricci di Madre Natura. Le perle coltivate crescono all'interno di bivalvi coltivati in "farms" subacquee. Le alterazioni nella temperatura dell'acqua e le variazioni naturali nella concentrazione di nutrienti nell'acqua influenzano la produzione dei bivalvi della madreperla, che è il materiale che accumula strato per strato per creare una perla. L'accumulo seriale di questi strati porta spesso alla formazione delle creste o anelli che distinguono una vera perla e che sono considerati segni della sua crescita naturale.

Setting
Pietre preziose in genere incarnano i punti focali di un pezzo di gioielleria. Durante la lunga storia dell'arte orafa, i gioiellieri hanno ideato una varietà di impostazioni che tengono la gemma in modo sicuro, consentendo allo stesso tempo di rivelare in modo ottimale il suo colore intrinseco, la luce e il fuoco. Anche se la creazione di un ambiente è un compito per un orafo, l'inserimento effettivo di una gemma nella sua impostazione viene eseguito da un artigiano appositamente addestrato conosciuto come un "setter". Consultate le vedere anche impostazioni di sporgenze e impostazione della cornice.

Sfaccettatura
Una sfaccettatura è una superficie laterale planare che è stata tagliata o lucidata su una pietra tridimensionale o corpo metallico. Le sfaccettature migliorano l'effetto visivo di una gemma sfaccettata. I tagli sfaccettati sono costituiti da un gran numero di piccole superfici planari. Questo metodo di lavorazione delle pietre preziose è stato comunemente praticato fin dal XV secolo.

Sintetici
L'umanità imita la natura: un sintetico è un minerale artificiale che è stato creato in laboratorio. I sintetici hanno le stesse proprietà chimiche e fisiche dei minerali naturali. I primi metodi per la produzione di pietre artificiali sono stati sviluppati a metà del XIX secolo. Il metodo più comune è il processo di fusione-gocciola in cui la materia prima polverizzata viene riscaldata fino a quando non si scioglie. Le goccioline che cadono dal materiale fuso si congelano in un corpo a forma di pera il cui interno è identico a un cristallo naturale. Al giorno d'oggi non c'è quasi nessuna pietra preziosa che non può essere imitata. I surrogati prodotti dall'uomo, tuttavia, devono recare la designazione aggiuntiva "sintetica" quando vengono offerti in vendita.

Smalto
Lo smalto è vetro polverizzato che è stato fuso ad alta temperatura in modo che si fonde su un substrato metallico. La materia prima per lo smalto è una miscela vitrea incolore che acquisisce le sue varie tonalità dalla presenza di ossidi metallici. La polvere di smalto può essere cosparsa a secco attraverso un setaccio o verniciata bagnata su un substrato applicato come pasta viscosa composta da polvere, acqua e colla vegetale. Ci sono quattro diversi tipi di smalto: smalto opaco; smalto trasparente; traslucido, luccicante "opale" smalto; e lo smalto del pittore, in cui fine polvere di colore opaco viene dipinta su e poi forno-fusa su uno sfondo smaltato.

Smeraldo
Smeraldo è il nome dato alla pietra più preziosa del gruppo berillo. La parola inglese "smeraldo" deriva dalla parola greca "smaragdos", che significa "pietra verde". La maggior parte degli smeraldi sono permeati da fessure e inclusioni dell'attaccatura dei capelli. Le pietre preziose perfette con un ricco colore verde scuro sono rarità e sono più preziose dei diamanti di dimensioni comparabili. Gli esemplari più belli provengono dalla Colombia e in genere hanno inclusioni incolore. Il bel colore verde è più nuvoloso in smeraldi da quasi tutte le altre fonti in altre parti del mondo. Questa nuvolosità, tuttavia, non è più considerata una lacuna ed è conosciuta come "jardin". Gli smeraldi sono spesso tagliati e lucidati nel cosiddetto taglio a terrazzo o taglio smeraldo.

Solitario
La parola "solitario" deriva dalla lingua francese, in cui significa " solitario", "da solo" o "eremita". Quando viene utilizzato nel contesto gioielli, il termine si riferisce a un pezzo di gioielleria che presenta un singolo, di solito grande diamante come suo punto focale. Il termine è spesso usato esclusivamente per descrivere un anello in cui un diamante solitario e maestoso è il fulcro indiscusso dell'attenzione.

Spessartina Mandarina
La spessartina mandarina è talvolta nota anche come "granato mandarino". Questo tipo particolarmente bello di spessartine si verifica in colori che vanno dall'arancione al marrone rossastro ed è un membro del gruppo granato. Spessartine prende il nome da Spessart, una regione della Germania dove è stata trovata per la prima volta. Al giorno d'oggi il minerale viene estratto principalmente in Birmania, Brasile, Cina e Kenya. Il miglior tipo di spessartine è una varietà di spessartine mandarino che si trova solo in Namibia.

Taglio
Il taglio è il trattamento dato alla superficie di una pietra colorata o di un diamante. Un buon taglio può consentire alla gemma di rivelare la sua bellezza intrinseca, il colore e il bagliore. L'arte lapidaria è stata probabilmente praticata per la prima volta in India. Prima e nel XV secolo, il trattamento dato alle pietre preziose di solito consisteva esclusivamente nel lucidare le loro superfici di cristallo naturale o scissione. Nel corso del XV secolo i tagli sfaccettati divennero ampiamente conosciuti. Le pietre colorate sono lucidate da abrasioni con dischi di lucidatura fatti di piombo, bronzo, rame o latta. I diamanti possono essere tagliati solo da altri diamanti. La durezza di un diamante varia a seconda delle particolarità dei suoi piani di cristallo e dei suoi diversi assi. Molte delle fasi del lavoro di lucidatura e taglio di pietre colorate e diamanti non possono essere realizzati dalle macchine e devono essere eseguite manualmente.

Taglio (Polish)
Il termine "taglio" (polish) descrive il più importante dei quattro criteri di qualità (le "4 C") in base al quale viene valutato il valore di un diamante. Il taglio dato a un diamante è di importanza decisiva nel determinarne il valore. Solo un taglio perfetto può dare vita al diamante e permettergli di mostrare completamente la sua brillantezza ardente. Un buon taglio riflette la luce da sfaccettatura a sfaccettatura, fa un fascio di luce incidente, e alla fine irradia di nuovo verso l'esterno dalla parte superiore della pietra. Se il taglio viene eseguito in modo imperfetto, la luce viene persa. La brillantezza più elevata è ottenuta solo da un diamante su cui tutte le sfaccettature sono correttamente proporzionate e disposte.

Taglio fantasia
Non ci sono limiti all'immaginazione dei lapidari quando si tratta della diversità dei tagli che possono essere dati alle pietre preziose. Stelle, lacrime, triangoli, gemme : una varietà infinita di forme sono state ideate, molte delle quali sono nuove interpretazioni di forme ben note. Collettivamente conosciuti come tagli "fantasy" o "designer", sono utilizzati nella progettazione di diamanti e pietre colorate. Molti di questi tagli hanno i loro nomi specifici, anche se molti di questi nomi sono conosciuti solo da pochi specialisti.

Taglio navetta
Il taglio navetta è una forma ovale stretta e appuntita che ricorda una piccola nave, da cui il nome. Il tavolo di questo modulo è allungato, si appunta su punti gemelli ed è circondato da sfaccettature. La forma del taglio navetta è simile a quella del taglio marquise.

Taglio ovale
Come il suo nome afferma in modo esplicito, il taglio ovale è una forma ovale liscia per le gemme. Questo taglio è derivato dal taglio brillante. L'elemento principale del taglio ovale è il tavolo ovale con le sfaccettature circostanti.

taglio principessa
Il taglio principessa è una combinazione dei tagli brillanti e smeraldo. Ci sono diverse versioni diverse del taglio principessa. Il numero di sfaccettature può variare a seconda della versione specifica e la forma quadratica può essere tagliata in un carré con angoli acuti o smussati.

Taglio smeraldo
Taglio smeraldo è il termine usato per descrivere un taglio a schiera ottagonale che è più comunemente usato sugli smeraldi perché questo taglio completa meglio il carattere della gemma. Lo smeraldo ha solo una rifrazione moderatamente elevata ed è relativamente delicato. Inoltre, la maggior parte degli smeraldi si verificano in forme cristalline allungate: la forma allungata del taglio smeraldo si conforma alla forma naturale della gemma e quindi riduce al minimo il volume di pietra che si perde durante il taglio e la lucidatura. A prima vista, il taglio smeraldo appare rettangolare. La sua forma ottagonale è creata smodelgliando gli angoli. Gli angoli svelati proteggono la pietra dai danni durante il processo di impostazione.

Taglio terrazza
Il taglio terrazza è uno dei tagli sfaccettati. Ha una forma rettangolare. La logica del nome diventa evidente quando si vede questo taglio di lato: la forma terrazzata ha caratteristici "passi" che conducono verso l'alto verso un piano superiore o "tavolo". Questo taglio è stato ulteriormente evoluto per creare il taglio smeraldo, in cui i quattro angoli del rettangolo sono smussati.

Talismano
I gioielli sono iniziati come oggetti funzionali: ad esempio come amuleti o talismani. In passato, le persone indossavano pietre preziose o simboli particolari per proteggersi dal male o per attirare la fortuna. Nel corso della storia, gioielli gradualmente perso gran parte della sua funzione simbolica originale ed è stato ridotto a svolgere un ruolo esclusivamente ornamentale. Ciò nonostante, pezzi di gioielleria realizzati a forma di particolari simboli spesso svolgono più di un semplice ruolo ornamentale. Il cuore, per esempio, è universalmente inteso come emblema d'amore. Gioielli cruciforma è spesso indossato come un amuleto protettivo. La tendenza verso bracciali fascino fascino con i loro molti piccoli portafortuna è un'espressione "affascinante" di questa preferenza.

Tanzanite
Tanzanite è una bellezza relativamente giovane, ma non è un nuovo minerale. Scoperto per la prima volta nel 1967, la tanzanite è una varietà di zoisite appositamente colorata ed è stata finora trovata solo in Tanzania. L'appeal della pietra deriva dalla sua trasparenza solitamente immacolata e dal colore blu intenso, che a volte può essere orientato verso il viola. Alcuni tanzaniti sono bicolore e ricoperti da una sfumatura violacea.

Taper
Cono si riferisce a una collana o bracciale il cui volume diminuisce dal punto medio verso la chiusura. Un collier di perle tapering, per esempio, ha la sua perla più grande situata nel punto medio. Il diametro delle perle infilate diminuisce regolarmente man mano che la loro distanza dal punto medio aumenta e la loro vicinanza alla chiusura aumenta.

Tavolo
I lapidari usano la parola "tavolo" per riferirsi alla superficie lucida superiore di una pietra di gioielleria. Questa superficie planare, che crea l'impressione di profondità nella pietra, è tipicamente circondata da numerose sfaccettature. In gemme taglio baguette o smeraldo, queste sfaccettature sono disposte come piccoli passi. I tagli brillanti e navette hanno sfaccettature intrecciate, triangolari o trambi.

Texture di superficie
Non ci sono due perle esattamente identiche. Anche se provengono dalla stessa specie di bivalvi, ci possono essere ancora enormi differenze di qualità. Oltre alle dimensioni, alla forma, al colore e alla lucentezza, un altro criterio importante utilizzato per determinare il valore di una perla è la natura della sua superficie. La regolarità uniforme è il criterio più importante per la superficie: meno creste o indentazioni, migliore è la qualità della perla. Le perle con superfici perfettamente immacolate sono rare perché, dopo tutto, una perla è un prodotto naturale.

Titolo
Descrizione

Top Wesselton
Non più in uso diffuso, la frase "Top Wesselton" descrive un particolare colore del diamante. Secondo solo al fiume, Top Wesselton è il secondo grado più alto del colore di un diamante e descrive un "bianco fine". Nella scala dei colori internazionale del CIBJO, questo livello di qualità è suddiviso in "fine white" e "fine white" e date le lettere "F" e "G".

Topazio
Il nome "topaz" non è stato applicato uniformemente in passato, quando è stato usato per riferirsi a tutte le gemme gialle, dorate e talvolta anche verdi. Al giorno d'oggi il topazio è talvolta chiamato anche "prezioso topaz" e designa un gruppo di pietre preziose i cui membri si verificano in molti colori diversi. La maggior parte dei colori sono pallidi o pastello, e le loro tonalità vanno dal giallo al blu e dal verde al rosso e viola. I topaze più preziosi hanno colori che vanno dal rosa all'arancione rossastro. Il topazio si verifica più comunemente come una pietra gialla, che a volte la fa scambiata per citrina. Il topazio, tuttavia, è più duro e refrattivo della citrina. L'unica debolezza nel topazio è la sua scissione facile. Il Brasile è la fonte più importante di topazio.

Tormalina Paraiba
Il manganese e il rame gli conferisco il suo colore. E anche la sua magia. Il primo tourmaline Paraiba blu neon è stato scoperto in Brasile negli anni '80. Prende il nome dal luogo della sua scoperta, è la più rara e preziosa varietà di tourmaline. Alcuni depositi aggiuntivi sono stati poi trovati in Africa. Ma con grande delusione dei collezionisti appassionati, questa gemma rimane straordinariamente rara. Le pietre che pesano più di un carato si trovano raramente.

Tourmaline
Il gruppo tourmaline comprende pietre che si verificano in una vasta gamma di colori. Alcune varianti di colore hanno nomi propri, ad esempio tourmaline i cui colori vanno dal rosa al rosso sono noti come "rubellite". Le tourmaline nere sono anche conosciute come "schàrl". Quelli verdi sono detti "verdelite". Tourmaline blu sono chiamati "indigolite". Tourmaline monocromatiche sono piuttosto rari. È molto più comune per un tourmaline esibire diverse tonalità o talvolta anche colori completamente diversi, da cui il nome: turmali è la parola singhalese per "pietra con una miscela di colori". Il Brasile è la fonte di tourmaline più importante al mondo.

Trasparenza
La trasparenza si riferisce al grado in cui una gemma permette alla luce di attraversarla. Una gemma può essere trasparente, traslucida o opaca. La trasparenza è un fattore importante per determinare il valore di una gemma. Inclusioni o crepe sminuiscono la trasparenza di una pietra, che è suddivisa in diversi gradi. Gli specialisti descrivono una gemma come "trasparente" quando la luce incidente viene riflessa senza ostacoli, come "moderatamente trasparente" quando la luce viene riflessa con meno intensità e come "opaca" quando la luce viene completamente assorbita.

Trattato
I colori originali e naturali di molte pietre preziose possono essere alterati artificialmente. Sfumature irregolari o poco attraenti di colore possono essere migliorate riscaldando le gemme ad una temperatura di diverse centinaia di gradi Celsius. Il trattamento più noto è l'elaborazione termica dell'ametista: a seconda della durata e della temperatura del trattamento termico, il colore di un ametista può essere cambiato in giallo (citrina) o verde (prasiolite). La cosiddetta "combustione" può dare un colore blu mare agli acquamarina che hanno una sfumatura naturalmente verdastra e possono illuminare la tonalità delle tourmaline originariamente scure. Queste alterazioni di colore non guardano tutte artificiali e non danneggiano le gemme.

Trilliant
Il trilliant è un taglio che dà a un diamante la forma di un triangolo simmetrico. I diamanti tagliati in questa forma sono spesso disposti accanto a pietre colorate o diamanti di grandi dimensioni. Il taglio "troidia" è un altro taglio triangolare con tre lati convessi e, a seconda delle dimensioni della gemma, da 77 a 107 sfaccettature.

Turchese
Nessun altro minerale è stato venerato come una pietra santa e talismano da così tante culture in tutto il mondo. L'umanità è stata perennemente affascinata dal turchese e dal suo colore opaco, blu cielo a verde mela. Il nome, che significa "pietra turca", ricorda i giorni in cui il turchese raggiunse l'Europa lungo le rotte commerciali che attraversavano la Turchia. Il colore più avidamente ricercato, un azzurro cielo chiaro, è anche la tonalità più rara. La maggior parte dei turchesi hanno vene scure di altri minerali che li attraversano. Il turchese di migliore qualità viene dall'Iran. Questo minerale non è particolarmente duro ed è leggermente poroso. Quest'ultimo attributo lo rende sensibile al sudore, ai cosmetici e ai profumi.

Ultrasuoni
Le onde vibranti degli ultrasuoni sono particolarmente utili per i gioiellieri perché queste onde sonore possono essere utilizzate per pulire superfici delicate o difficili da raggiungere. I pezzi di gioielleria che devono essere sottoposti a pulizia sono immersi in un bagno contenente un liquido di pulizia. Le onde sonore con frequenze superiori al limite udibile alle orecchie umane creano vibrazioni che si allentano e rimuovono l'appannamento o il sporco dalle superfici trattate.

Vecchio taglio
Il vecchio taglio è stato inventato durante il XIX secolo ed è il diretto predecessore del taglio brillante, che da allora è diventato il taglio che viene più frequentemente utilizzato per i diamanti oggi. Il vecchio taglio è stato progettato con un numero e una disposizione delle sfaccettature diverse rispetto a quelle successive è diventato comune sui brillanti. Per questo motivo, i diamanti disegnati nel vecchio taglio non sembrano infuocati e luminosi come i brillanti. Vari altri tagli storici di adiamanti si trovano talvolta in gioielli più vecchi; al giorno d'oggi, tutti loro sono raggruppati sotto il titolo generale di "diamante vecchie pietre tagliate".

Wesselton
Il termine "Wesselton" non è più ampiamente usato. Descrive un particolare colore del diamante. Wesselton segue River e Top Wesselton come il terzo grado più alto nella scala dei colori dei diamanti. Segue "bianco altamente fine" e "bianco fine" e corrisponde a diamanti il cui colore è classificato come "bianco". A questo livello di qualità viene assegnata la lettera "H" nella scala dei colori riconosciuta a livello internazionale del CIBJO.

Zaffiro
Questo nome può portare l'incauto smarrimento: la parola "zaffiro" deriva dalla parola greca per "blu". Ma gli zaffiri, che appartengono al gruppo corundum, si verificano in ogni colore dell'arcobaleno. Gli zaffiri possono essere verdi, gialli, rosa o marroni, e ognuno porta il nome del suo colore come cognomena. Quando una pietra è descritta semplicemente come uno zaffiro e senza ulteriori modifiche, allora si fa tipicamente riferimento alla varietà blu di zaffiro. Il membro rosso della famiglia corundum va sotto il nome di "rubino" e il membro di colore arancione è chiamato "padparaja". Gli zaffiri sono tra le gemme più ricercate. Le pietre di un profondo colore blu fiordaliso sono particolarmente preziose. I più importanti depositi di zaffiro si verificano in Australia, Birmania, Sri Lanka e Thailandia.

Zircone
Lo zircone è un minerale pieno di luminosità e fuoco. Anche se il suo nome deriva probabilmente dalla lingua persiana e significa "colore d'oro", gli zirconi in realtà si verificano in molte tonalità diverse. La sua rifrazione è alta quasi quanto quella del diamante, ma gli zirconi sono molto fragili e quindi sensibili alla pressione e allo shock. Varietà di zircone includono il giallo al bruno rossastro "iacinth zircon", il giallo paglierino a quasi incolore "zircon" e il blu "starlin", che di solito viene prodotto riscaldando altri zirconi. Gli zirconi si trovano in Asia, Australia, Sud America, Africa e altrove. Lo zircon naturale non ha altro che un nome simile in comune con la zirconia, che è una pietra sintetica.

Zirconia
La pietra sintetica artificiale, artificiale, che meglio imita un diamante naturale. Le sue proprietà fisiche sono simili a quelle del suo modello nobile, e la zirconia raggiunge ottimi effetti visivi. I sinonimi sono "fianite", "phianite" e "CS" (ossido di zirconio stabilizzato in cubo). Dal 1977, le zerconie sono prodotte in un'ampia gamma di dimensioni e forme. Alcuni zirconia sono stati addirittura realizzati con inclusioni artificiali. La zirconia non deve essere confusa con lo zircon, che è un minerale naturale.